Calcolo dell' impedenza



L' impedenza di un circuito (in corrente alternata) o parte di esso si rappresenta con un vettore, che di solito si indica con la lettera Z. La parte reale, sempre maggiore di 0, corrisponde alla componente resistiva, mentre la parte immaginaria corrisponde alla componente reattiva, che pu˛ essere induttiva o capacitiva.

L' impedenza resistiva Ŕ formata dalla sola parte reale (sempre positiva), che corrisponde al valore della resistenza. Quest' ultimo dipende solamente dalle caratteristiche del conduttore (lunghezza, sezione, resistivitÓ).

L' impedenza capacitiva (ZC) Ŕ data dalla reattanza del condensatore (XC), che dipende dalla sua capacitÓ e dalla frequenza dell' alimentazione. Il numero complesso che rappresenta l 'impedenza capacitiva ha solo la parte immaginaria con segno negativo.

L' impedenza induttiva (ZL) Ŕ data dalla reattanza dell' induttore (XL), che dipende dall' induttanza e dalla frequenza. E' formata dalla sola parte immaginaria con segno positivo.


Home
Nella figura sopra abbiamo tre impedenze collegate in serie. Nel grafico vengono rappresentate le singole impedenze e l' impedenza equivalente; in questo caso prevale la reattanza induttiva. Per il calcolo dell' impedenza valgono le stesse regole dei circuiti in corrente continua, ma si opera con i numeri complessi.